10 Giochi in Scatola.. a tema giapponese!

L'oriente, ed in particolare il Giappone, sono un tema molto battuto dai giochi in scatola (non come il fantasy/medioevale, ma comunque di tutto rispetto). Ogni anno infatti escono diversi titoli con qualche richiamo al Giappone e alla sua cultura. Ecco quindi 10 Giochi in Scatola.. a tema giapponese!

Machi Koro

Nominato allo Spiel des Jahres nel 2015, Machi Koro è un gioco di carte in cui i giocatori competono per costruire per primi i quattro edifici principali della propria città. Regole semplici e controllo della casualità sono i punti chiave di Machi Koro, gioco apprezzato anche dai più giovani e dai meno avvezzi al mondo dei giochi in scatola. In questo caso sia l'autore, Masao Suganuma, che il nome del gioco [Machi: Città e Koro (abbreviativo di Saikoro): Dado],  sono giapponesi. Carte ed edifici presenti nel gioco invece sono generici e non hanno richiami diretti al Giappone.

Tokaido

Tokaido era un'antica strada del Giappone che collegava Kyoto con la capitale Edo (ora conosciuta come Tokyo). Antoine Bauza, autore di Tokaido, ha deciso di ambientare il gioco proprio su questa via, immergendo i giocatori nell'antico Giappone tramite strani incontri, splendidi paesaggi e acquisti di prodotti alimentari ed oggetti tipici del paese nipponico. L'aspetto grafico del gioco è il suo punto di forza, pulito e ordinato, in tipico stile giapponese. Le meccaniche sono semplici e non ci sono troppi ragionamenti da fare, perfetto per concludere una serata. Con l'aggiunta degli accessori da collezione poi il gioco acquista una marcia in più rendendolo ancora più unico e particolare.

Takenoko

La traduzione letterale della parola Takenoko è "germoglio di bambù" [Take: Bambù, no: congiunzione, Ko: Germoglio]. Tutto il gioco infatti gira intorno al bambù che cresce sui diversi terreni dell'imperatore del Giappone e al simpatico panda che cerca di mangiare il bambù. Anche questa volta si tratta di un gioco di Antoine Bauza, autore francese (con una passione per il Giappone). Visti i suoi colori accesi, le miniature colorate e le meccaniche semplici, Takenoko risulta perfetto per famiglie con bambini o come gioco introduttivo per far avvicinare nuove persone al mondo dei giochi in scatola.

Hanabi

Terza presenza di Antoine Bauza (di cui iniziamo a dubitare la nazionalità) per quanto riguarda questa raccolta di giochi a tema giapponese. Questa volta si presenta con Hanabi, un simpatico e veloce gioco di carte coopertivo. La particolarità di questo gioco è che solo gli altri giocatori possono vedere le carte che uno ha in mano, e quindi bisogna affidarsi ai loro aiuti per poter giocare.  La parola Hanabi viene utilizzata in Giappone per indicare i fuochi d'artificio, tema del gioco. I caratteri che compongono la parola Hanabi significano letteralmente Fiore e Fuoco. Da segnalare inoltre che il gioco ha vinto il prestigioso premio Spiel des Jahres nel 2013.

Rising Sun

Rising Sun è probabilmente il gioco più nuovo all'interno di questo elenco visto che è uscito da pochissimo. Si tratta di un gioco sull'onore, sulla negoziazione e sulla guerra ambientato in un Giappone feudale dove gli antichi Dei (chiamati kami) sono tornati per ricostruire l'impero. Autore ed illustratore del gioco, rispettivamente Eric M. Lang e Adrian Smith, sono gli stessi di Blood Rage. Le aspettative su questo gioco quindi sono molto alte. Attendiamo con impazienza la possibilità di provare Rising Sun sul nostro tavolo per avere commenti di prima mano sul gameplay.

Yokohama

Yokohama era solo un piccolo villaggio di pescatori ma, con l'avvento dell'era Meiji (fine 1800 - inizi 1900), sta diventando un porto aperto ai paesi stranieri. Hisashi Hayashi, autore del gioco, ha voluto farci immergerci in questa realtà con un gioco di strategia lineare ma comunque profondo. I materiali di gioco sono diametralmente opposti a quelli di Tokaido, li uno stile minimal e pulito, qui un sacco di tessere e tasselli con scritte e simboli a comporre il tabellone e l'area di gioco. Yokohama non è sicuramente un gioco per il grande pubblico, ma gli appassionati troveranno qualche chicca piacevole in questo gioco.

Shogun

Shogun è il più alto titolo militare dell'antico Giappone, ed è l'abbreviazione di [sei-i taishōgungrande generale dell'esercito che sottomette i barbari]. Il gioco, ideato da Dirk Henn e disponibile in versione multilingua, è ambientato nel periodo Sengoku (1467-1573 circa) e l'obiettivo dei giocatori e appunto conquistare l'ambito titolo di Shogun facendo combattere le proprie truppe al meglio. Simpatico gioco di controllo area che mescola tattica di gioco con un pizzico di fortuna nella risoluzione dei combattimenti (grazie alla presenza della torre).

Onitama

In Onitama, gioco di Shimpei Sato, due giocatori (ognuno con 5 pedine) si sfidano su un tabellone 5x5 per sconfiggere l'avversario, tramite (indovinate un po') 5 diverse possibili mosse per ogni partita. Si tratta di un semplicissimo gioco astratto in cui la tattica e la strategia sul breve periodo la fanno da padrone. Quello che colpisce di più, già dopo la prima partita, è l'eleganza del gioco. L'ambientazione si sente poco durante la partita, ma le meccaniche e la pulizia di gioco sono in tipico stile Giapponese.

Sushi Go!

Il sushi è probabilmente uno dei prodotti giapponesi più famosi nel nostro paese (e non solo). Non poteva mancare quindi un gioco ispirato al sushi: Sushi Go! Si tratta di un semplice e divertente gioco di carte la cui meccanica principale è quella del drafting puro (scelgo una carta, la gioco e passo le rimanenti al giocatore alla mia sinistra). Al termine di ogni round si contano i punti come indicato sulle carte e chi ha più punti dopo il terzo round vince. Colori e disegni carini poi aggiungono quel tocco in più al gioco.

King of Tokyo

Non potevamo non concludere questo elenco con un gioco ambientato nella capitale del Giappone, ovvero King of Tokyo. Come tutti sappiamo, Tokyo viene spesso invasa da mostri giganti che combattono per il predominio della città, ed è proprio questa l'ambientazione del gioco. Si tratta di un gioco di dadi, carte e mostri giganti. Cosa voler di più da un titolo come questo?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.