T.I.M.E. Stories – Asylum – Incursione 2 (Spoiler, Molti Spoiler)

ATTENZIONE: Il seguente articolo contiene numerosi spoiler sul gioco. Vi consigliamo di NON leggere l'articolo prima di aver giocato per non rovinarvi l'esperienza di gioco!

NOTA: Questa è la 2° Incursione, se vuoi leggere anche la  Incursione clicca qui.

Ieri finalmente sono riuscito a portare a termine uno dei miei sogni, compiere un viaggio temporale all'interno di un ricettacolo. Purtroppo però, con gli altri cadetti (Eriette, Pauro e Gorzorg), non siamo riusciti a portare a compimento la nostra missione. Bob, il nostro reponsabile, ci ha convocati qui anche oggi per darci una nuova possibilità. La missione è la stessa: Prevenire una falla temporale. Dove? Quando? Parigi1921Manicomio. Anche questa volta abbiamo 25 Unità Temporali, ma siamo confidenti.

I Ricettacoli

Dopo il primo viaggio, il cilindro temporale offre la scelta di mantenere il ricettacolo della precedente incursione o di averne assegnato uno nuovo. Eriette e Gorzorg decidono di mantenere lo stesso ricettacolo, Vasil La Faina, ospita ErietteMarie Bertholet, ospita Gorzorg. Io e Pauro invece decidiamo per un nuovo ricettacolo. E' così che questa volta divento Felix Bonnenfant, un ragazzo grande e grosso, anche se purtroppo affetto da Paranoia. Il ricettacolo di Pauro invece è Madeline du Tilleul, una giovane ragazza che non può rimanere da sola.

Sala Comune

Anche questa incursione parte dalla sala comune. Siamo già stati qui ieri quindi sappiamo come muoverci. Vasil (Eriette) punta subito lo strano personaggio seduto sul divano che, come la volta precedente, dona una chiave ai suoi interlocutori. Io decido di dare una seconda occhiata al dipinto ancora in fase di creazione, Marie (Gorzorg) va verso il quadro appoggiato sopra il pianoforte per riprendere l'articolo di giornale, mentre Madeline (Pauro) va dal giocatore di scacchi. Per il momento nella sala comune non c'è altro da fare e quindi decidiamo di spostarci verso la Cucina. L'ultima volta eravamo stati cacciati dalla cucina prima di poter recuperare la chiave di uno dei due lavapiatti, ma questa volta speriamo in un esito diverso. 1 UT e siamo subito li.

Cucina

Marie (Gorzorg) e Vasil (Eriette) sono carichi, la prima punta di nuovo al macellaio, che l'ultima volta le aveva fornito della carne, mentre Vasil (Eriette) tenta nuovamente di rubare la chiave dal lavapiatti. Per non attirare troppo l'attenzione e lasciare campo libero a Vasil (Eriette), io e Madeline (Pauro) decidiamo di seguire Marie (Gorzorg). Questa volta va tutto per il verso giusto, e spendendo solo 1 UT: Carne e Chiave conquistate senza problemi. Nuova tappa, l'Infermeria, anche questa volta al costo di 1 UT.

Infermeria

Vasil (Eriette), com'era prevedibile, punta l'armadietto con le dosi sulla parete destra della stanza, io e Madeline (Pauro) andiamo incuriositi verso il paziente assistito da una delle infermiere mentre Marie (Gorzorg) va a parlare con Josephine. Anche questa volta l'infermiera che assiste il paziente ci dice di incontrarla nel dormitorio per darci delle informazioni importanti su quello che succede all'interno dell'istituto. Josephine invece ci dice che il Dottor Hyacinth ci aspetta per una seduta di gruppo nel suo ufficio. Decidiamo di ignorare Josephine e dirigerci, spendendo 2 UT, verso il Dormitorio.

Dormitorio

La scena che ci si presenta è la stessa dell'incursione precedente, dormitorio deserto con un solo paziente legato. Decidiamo di ignorarlo. Marie (Gorzorg) e Madeline (Pauro) puntano gli armadietti in fondo alla stanza, Vasil (Eriette) attende l'arrivo dell'infermiera mentre io guardo il giardino fuori dai finestroni della stanza. Non mi accorgo dell'arrivo dell'infermiera e poco dopo vedo Vasil (Eriette) rientrare con una vecchia lettera scritta dal Dottor Hyacinth. Marie (Gorzorg) e Madeline (Pauro) riescono ad aprire gli armadietti ma solo dopo 1 UT. Ci dirigiamo quindi in cortile (2 UT), le cose che rimangono da fare sono ancora molte e il tempo comincia a diminuire.

Cortile

La volta scorsa il cortile è stata un gran perdita di UT ma, grazie all'esperienza, questa volta puntiamo ad un risultato migliore. Ignoriamo il paziente che volteggia attorno al palo alla nostra destra. Io e Madeline (Pauro) andiamo dai tre giocatori di croquet mentre Vasil (Eriette) e Marie (Gorzorg), dotati di chiave, puntano il cancello con le guardie. Con Madeline (Pauro) iniziamo una partita a croquet contro i tre pazienti che purtroppo dura 3 UT (e mi provoca alti livelli di stress, 2 su 3) ma riusciamo a vincere una delle loro mazze. Al termine della partita ci giriamo verso il cancello e vediamo Vasil (Eriette) e Marie (Gorzorg) che ci fanno segno di seguirli oltre il cancello, ora aperto.

Parco

Raggiungere il parco oltre al cancello ci costa 3 UT. Arriviamo ad un gazebo da cui partono tre strade: una è quella che stiamo percorrendo noi, una punta a sinistra (dentro il bosco) e uno a destra (verso il retro del parco). Vasil (Eriette) prende quest'ultimo sentiero, io vado ad esaminare il gazebo da più vicino mentre Marie (Gorzorg) e Madeline (Pauro) si dirigono dentro il bosco. All'interno del gazebo trovo dei segni di lotta, sangue, brandelli e una botola, chiusa a chiave. Vasil (Eriette) torna poco dopo e racconta di aver trovato una serra e io racconto della botola. Quando sente gazebo e botolaVasil (Eriette) viene in mente la lettera scritta dal Dottor Hyacinth. In un punto era rovinata e non si riusciva bene a leggere cosa ci fosse scritto, ma la frase potrebbe benissimo essere: "la cripta è accessibile tramite il ga..zebo". Marie (Gorzorg) e Madeline (Pauro) invece ci mettono più tempo del previsto a tornare, avranno trovato qualche intoppo. Vasil (Eriette) prova ad andare a cercarli. Dopo 2 UT vedo Marie (Gorzorg), Madeline (Pauro), Vasil (Eriette) e un'altra persona tornare. Sono riusciti a persuadere Jules ad aiutarci nella nostra impresa. Hanno trovato anche una seconda lettera, molto criptica, questa volta indirizzata al Dottor Hyacinth. Per ora la mettiamo da parte insieme a tutti quegli altri elementi che non riusciamo a collegare e ci dirigiamo verso la Serra, utilizzando altre 2 UT.

Serra

La serra è immensa e piena di grandi e fitte piante. Marie (Gorzorg) punta la cascata sulla sinistra, Vasil (Eriette) la vasca al cento della serra mentre io e Madeline (Pauro) ci dirigiamo verso la fitta vegetazione sulla destra, visto che avevamo sentito provenire da quella direzione uno strano grugnito. Ci si para davanti una strana creatura, un misto tra leone e scorpione. Dopo aver trovato una chiave e quella che sembra essere una pagina di un diario Vasil (Eriette) e Marie (Gorzorg) ci raggiungono per aiutarci nella sfida. Sconfiggere la creatura ci richiede 1 UT, ma ci fornisce 1 altra gemma preziosa. Decidiamo di tornare verso il gazebo, ora che abbiamo recuperato quella che potrebbe essere la chiave giusta, ma il viaggio è più impegnativo del previsto e richiede ben 3 UT.

Parco

Puntiamo diretti il gazebo e proviamo la chiave che, fortunatamente apre la botola. Scendiamo nella botola e troviamo delle strane creature dalle fattezze umane intente in quello che sembra un rito sacro con canti a pieni polmoni. Combattiamo le creature ma questo provoca un aumento dei miei livelli di stress e durante la foga del combattimento colpisco anche Vasil (Eriette). Grazie al lavoro di tutta la squadra riusciamo a sconfiggere le creature in 1 UT. Continuiamo ad inoltrarci nei tunnel quando tutto ad un tratto una luce fortissima mi colpisce gli occhi. So che cosa significa, abbiamo esaurito le Unità Temporali a nostra disposizione. Quando riapro gli occhi infatti vedo la faccia di Bob, ancora più arrabbiata della volta precedente. Abbiamo fallito anche la seconda incursione.

Voto Incursione
  • 9/10
    Johnny (Felix Bonnenfant) - 9/10
  • 8.5/10
    Gorzorg (Marie Bertholet) - 8.5/10
  • 8/10
    Pauro (Madeline du Tilleul) - 8/10
  • 8/10
    Eriette (Vasil La Faina) - 8/10
8.4/10

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.