Cartographers – Mappiamo le terre del nord per la Regina Gimnax

La categoria roll-and-write, ovvero tira-e-scrivi (e ovviamente anche la categoria flip-and-write, ovvero gira-e-scrivi) mi ha sempre suscitato un certo interesse e quando ho saputo dell'esistenza di Cartographers ho dovuto subito procurarmene una copia. Non solo si tratta di un gioco appartenente da questa categoria, ma Cartographers è anche ambientato nello stesso mondo fantastico di Roll Player, un altro ottimo gioco. Combinare un'ambientazione fantasy di un RPG-like con una meccanica così semplice, cosa ne uscirà? Scopriamo insieme se il risultato sarà all'altezza delle aspettative. Il gioco, di Jordy Adan, arriva in Italia grazie a Raven Distribution (che ha curato l'edizione localizzata anche di Roll Player), e permette il gioco con un qualsiasi numero di giocatori. Le partite durano una trentina di minuti, a prescindere dal numero di giocatori, ma non dalla loro velocità di pensiero.

Materiali

Cartographers

La scatola di Cartographer è molto compatta (20 x 14 cm circa) e al suo interno troviamo 100 fogli punteggio, circa 40 carte di gioco e 4 matite con gomma. Come per tutti i giochi di Raven Distribution provati fino a questo momento, la qualità dei materiali è alta. I fogli punteggio sono stampati su entrambi i lati (così da permettere un numero doppio di partite) e le carte hanno un'ottima trama e un discreto spessore. Le matite purtroppo non sono logate, non presentano infatti nessuna scritta sul lato. Se possibile però, vi consiglio di non utilizzarle. Non per via della loro qualità, ma perché il gioco rende meglio con delle matite o dei pennarelli colorati. Sarebbe stato davvero un colpo di classe avere i pennarelli colorati nella confezione, ma per com'è strutturato il gioco, anche le matite vanno bene. L'unica nota è che se pensate di giocare con più di 4 giocatori nella stessa partita dovete procurarvi delle matite extra, ma non credo sia un problema reperirle. Il materiale purtroppo va un po'alla rinfusa all'interno della scatolina, visto che non sono previsti scomparti dedicati o inserti. Vi consiglio quindi di imbustare almeno le carte in modo da non farle disperdere in giro nella scatola tra una partita e l'altra. Nella prima edizione Italiana del gioco, quella nelle nostre mani, è presente anche la Mini Espansione Abilità. Si tratta di 8 nuove carte che aggiungono varietà al gioco permettendo di utilizzare un'abilità ad ogni stagione, a patto però di avere le monete per pagare questa abilità. Sempre in questa edizione troviamo anche una carta Background per Roll Player: Cartografo. Sicuramente una chicca per chi avrà entrambi i giochi. Purtroppo però la stampa delle carte di Roll Player e della carta presente in Cartographers è diversa e si riesce subito a riconoscerla in mezzo alle altre visto il colore leggermente differente. Peccato.

Meccaniche di Gioco

CartographersCome abbiamo detto precedentemente, Cartographers è un gioco basato sulla meccanica flip-and-write, ovvero Gira e Scrivi. Ad ogni turno quindi viene girata una carta, comune a tutti i giocatori, con sopra una, o più, forme e una, o più, tipologie di terreno, e ognuno deve disegnare sul proprio foglio punteggio (anche questo uguale per tutti) il terreno corrispondente. Il gioco si svolge su 4 stagioni con un numero di turni a stagione variabile in base alle carte terreno pescate. La scelta del terreno e della sua posizione sul foglio segnapunti dipende dagli obiettivi correnti. Per ogni partita, vengono selezionati 4 diversi obiettivi tra quelli disponibili (16) e ogni stagione abilita due di questi obiettivi. Al termine della stagione si contano i punti relativi alle due carte obiettivo attive e poi ci si prepara per la stagione successiva. CartographersSta quindi al giocatore posizionare i vari terreni in base agli obiettivi a breve termine e prepararsi per gli obiettivi delle stagioni successive. Nel gioco sono inoltre presenti delle altre piccole regole che rendono il tutto più vario. Una di queste è la presenza di alcune carte che obbligano i giocatori a disegnare il terreno in alcuni punti specifici, le rovine. E' una cosa che potrebbe dare fastidio durante una partita come, d'altro canto, potrebbe aiutare. L'importante è prepararsi a gestire anche l'eventualità di una rovina. Per sopperire poi alla mancanza di interazione tra i giocatori, sono state inserite le carte imboscata in mezzo alle carte terreno. Queste fanno scalare i fogli segnapunti tra i giocatori e ognuno può disegnare la figura rappresentata dalla carta imboscata a proprio piacimento sul foglio avversario. Avere delle caselle mostro senza niente vicino porta punti negativi a fine stagione. Se giocata bene, una carta imboscata può quindi ribaltare il risultato di una partita.

Tema e Ambientazione

Cartographers

Cartographers è ambientato nello stesso mondo di Roll Player. L'ambientazione è chiara ed è possibile vedere anche qualche collegamento tra i due giochi, nel formato e nella grafica delle carte, oltre che nella storia introduttiva. A parte questo collegamento però i due giochi sono completamente separati e non possono essere integrati in un'unica partita. La griglia di gioco e le forme dei terreni possono ricordare vagamente il tetris, ma la possibilità di disegnare la propria mappa riesce a far si che Cartographers risulti meno astratto di quanto non lo sia in realtà. Il gioco potrebbe benissimo basarsi solo sui colori o sulle forme da disegnare, ma in realtà durante la partita si spera sempre di poter disegnare "una foresta" o "un villaggio" sulla propria mappa. Il disegno di una mappa di terre non esplorate in tema fantasy è pienamente riuscito e ben rappresentato nel gioco, l'ambientazione di Roll Player invece la si sente poco in partita.

Aspetti Chiave

  • Interazione tra i giocatori: con questa meccanica spesso ci si trova davanti a dei solitari multiplayer, ma in Cartographers esistono le carte imboscata che fanno disegnare dei mostri sui fogli segnapunti avversari in modo tale da scombinare i piani degli altri giocatori e far perdere punti preziosi. Una semplice idea che rende il gioco più interattivo tra i vari giocatori.
  • Tempi morti azzerati: Poichè tutti disegnano gli stessi terreni in contemporanea, i tempi morti del gioco sono praticamente nulli. Solo chi finisce prima di disegnare deve attendere gli altri, ma si tratta di un tempo davvero trascurabile. Non per niente le partite sono veloci e durano circa 30 minuti.
  • Disegno: Spesso viene sottovalutato questo aspetto nei giochi, ma la possibilità di riempire il proprio foglio segnapunti con dei piccoli disegni da soddisfazione e fa guadagnare punti a Cartographers. Se non siete degli artisti però non disperate, sono talmente piccoli e semplici da non mettere in difficoltà nessuno,

Da Migliorare

  • Poche carte terreno: Nel gioco sono presenti sono 13 carte terreno, che sono davvero davvero poche! Sarebbe stato molto più bello avere tutte le combinazioni forme e tipo di terreno nelle varie carte per avere più varietà di gioco. Così si sa già che alcune forme ci saranno solo per determinati tipi di terreno e viceversa.
  • Monete utili solo con la mini espansione: In Cartographers è possibile ottenere delle monete completando i terreni attorno alle montagne o scegliendo alcuni terreni durante la partita. Il problema è che le monete non servono a niente se si gioca la versione base senza espansione. Permettono sì di ottenere punti ad ogni stagione, ma non viene sfruttato il concetto di moneta. Con l'espansione abilità invece è possibile anche spendere queste monete per ottenere dei poteri temporanei.

In Sintesi

Cartographers è un ottimo titolo in un genere che si sta popolando sempre di più. Rispetto ad altri giochi simili ha un livello di interazione più alto ed ha un immersione nell'ambientazione più forte. D'altro canto il numero esiguo di carte terreno e obiettivi potrebbe rendere il gioco un po' poco appassionante sul lungo periodo. Se avete già Roll Player (e se non lo avete vi consiglio di farci un pensierino) non potete farvi scappare anche questo. Se siete appassionati del genere gira/tira e scrivi rimarrete piacevolmente colpiti da Cartographers. Se non l'avete ancora comprato, correte subito ad aggiungere Cartographers alla vostra collezione.

Ambientazione e Tema
8.50
Meccaniche e Profondità di Gioco
8.25
Longevità e Rigiocabilità
8.25
Materiali e Organizzazione
7.75
Bilanciamento e Scalabilità
9.50
Totale
8.45